I pub di Dublino


È da un po’ di tempo che volevo scrivere un post sui pub di Dublino ma onestamente non sapevo da che parte cominciare. Non sono infatti un’assidua frequentatrice di pub anche se vivendo qui è praticamente impossibile evitare di entrarci di tanto in tanto. Per cominciare, ho provato a chiedere a Google quanti ce ne sono in città ma non sono riuscita a trovare una risposta precisa. Anzi, la risposta più comune è stata: tantissimi. Ad occhio e croce direi sicuramente più di mille e forse vicino ai duemila. E poiché ce ne sono per tutti i gusti non ha molto senso indicare i miei preferiti perché sarebbe una scelta troppo soggettiva.
Allora vi dirò quali sono quelli che detengono un record, di pub più grande o più piccolo, più alto o più antico.
Il pub di Dublino più grande pare che sia quello dell’Arlington Hotel vicino a O’Connell Street. Almeno secondo il sito inglese dedicato alle feste di addio al celibato e nubilato lastnightoffreedom.co.uk. Infatti è famoso proprio per questo tipo di party e a meno che non sia proprio quello lo scopo del vostro viaggio lo eviterei.

Il pub più piccolo si chiama The Dawson Lounge e si trova in Dawson Street. È poco più grande di un salotto ed è molto carino, merita una visita sempre che non soffriate di claustrofobia.
Se la claustrofobia non è un problema ci sarebbe anche il pub più basso di Dublino, The Cellar nel Merrion Hotel. Cellar vuol dire “cantina” ed infatti il pub è ricavato nelle cantine di questo hotel che un tempo era una grande ed elegante casa georgiana (ed oggi è un elegantissimo hotel a cinque stelle davanti agli edifici del governo). Qui sotto le volte di pietra, nei momenti di pausa dal governo del paese, si incontrano spesso membri del parlamento e lo stesso Taoiseach (primo ministro).

Il pub più alto in città non può essere altro che il Gravity Bar nel museo della Guinness. Situato su una piattaforma circolare racchiusa da vetrate al settimo piano dell’edificio, ci si arriva per gustare la pinta di Guinness compresa nel prezzo del biglietto d’ingresso al museo.
Da lì si gode un panorama a 360° di Dublino, e si possono vedere chiaramente l’obelisco del Phoenix Park a ovest, la Spire a nord, la baia a est e le colline a sud.

Parlando di colline, il pub più alto fuori dal centro sarebbe invece il famoso Johnnie Fox’s nelle Dublin Mountains. Pub piuttosto antico – fu frequentato dai ribelli del 1798 – si trova a un’altitudine di ben 281 metri a Glencullen nella contea di Dublino.

Il pub più letterario: in una città come Dublino, designata città UNESCO della letteratura, quasi ogni pub è associato a uno o più autori o menzionato in qualche opera e perciò è difficile eleggerne uno solo come il “più letterario”. A questo link c’è un elenco dettagliato dei pub più letterari. Vale la pena menzionare brevemente Davy Byrnes, pub di Duke Street ricco di storia e cultura irlandese che risale al 1789. All’inizio del ’900 James Joyce ne era un frequentatore abituale e amico del proprietario Davy.
“Entrò da Davy Byrne. Locale per bene. Lui non chiacchiera. Ogni tanto offre da bere. Ma una volta ogni quattro anni al bisestile. Una volta mi ha incassato un assegno” (Joyce, Ulisse, 1922).
Questo pub è molto frequentato a Bloomsday, il 16 giugno, quando in molti vengono a gustare un panino al gorgonzola e un bicchiere di Borgogna come fece Bloom stesso nel 1904 in Ulisse.

Infine il pub più antico di Dublino è The Brazen Head. Questo pub ottenne la sua licenza nel lontano 1613 ma alcuni documenti lo menzionano già nel 1198 e potrebbe essere perfino più antico. Infatti si trova in Bridge Street, vicinissimo al “guado dei graticci”, dal gaelico Baile Atha Cliath, primo nome di Dublino e luogo dei primi insediamenti nell’area fin dall’era preistorica.

Leave a Reply